Teatro romano, gli studenti con gli occhi al cielo e lo “sguardo” di Leonardo da Vinci