mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeCultura e SpettacoliDal caso Pandoro alla redenzione: svelato l'arma segreta di Chiara Ferragni

Dal caso Pandoro alla redenzione: svelato l’arma segreta di Chiara Ferragni

La sempre luminosa e attenta ai riflettori Chiara Ferragni si è di recente avvalsa dell’esperienza di una società di “reputation management” di primo piano, nota per aver gestito delicatissime crisi aziendali come quelle di colossi come Parmalat, Ilva e la stessa Standard & Poor’s. Il suo passo è stato un chiaro segnale di come anche le icone di stile e i giganti dei social media debbano affidarsi a mani esperte per curare quella che nel mondo digitale è la vera moneta corrente: la reputazione.

Al timone di questo bastione della comunicazione c’è una figura che nel settore pesa come un colosso: un ex giornalista finanziario che ha fatto dell’arte della parola e dell’immagine il suo terreno di gioco, uno che sa come navigare le tempeste mediatiche come un abile capitano in mare aperto.

Ma chi è questo stratega del comunicato stampa? Niente meno che un ex socio di personalità influenti come Maurizio Costanzo e Alessandro Benetton. Un nome, insomma, che non ha bisogno di presentazioni nell’elite della comunicazione e del business italiano. I suoi successi nel settore parlano chiaro: quando si tratta di salvare le apparenze o ricostruire una reputazione danneggiata, è lui il mago a cui tutti vogliono affidarsi.

E oggi, tra i suoi illustri clienti, spicca la Ferragni, regina indiscussa del mondo influencer, che sembra così voler far scudo contro eventuali burrasche che potrebbero intaccare il suo brand. È una mossa che testimonia la consapevolezza di un personaggio pubblico che sa quanto il proprio impero, costruito tra like e condivisioni, sia fragile come una bolla di sapone e potente come una cascata di diamanti.

La decisione di Chiara di stringere un’alleanza con questa società specializzata non sorprende, se si considera come sempre più spesso le figure pubbliche si trovino a dover gestire non solo la propria immagine, ma l’intero ecosistema di impatto che questa ha sul pubblico e sui mercati. E con una società che ha già dimostrato di saper tenere a bada scandali di proporzioni gigantesche, la Ferragni si dota di un’armatura davvero inespugnabile.

In un mondo dove ogni passo falso può trasformarsi in un hashtag virale per tutti i motivi sbagliati, avere dalla propria parte un esperto di reputazione è un’assicurazione preziosa. E se si guarda al pedigree dei “salvati” dalla compagnia di cui ora Chiara fa parte, è evidente che la nostra stella dei social ha scelto bene. Si tratta di una partnership che, senza dubbio, aggiungerà un nuovo strato di brillantezza alla già scintillante carriera della Ferragni.

Nel grande gioco dell’immagine, dove ogni gesto può essere amplificato e ogni parola può diventare un boomerang, Chiara Ferragni ha fatto una mossa da veterana dell’intrattenimento e del business. Con questa scelta, l’imprenditrice digitale ci ha ricordato ancora una volta che nel ventunesimo secolo, il successo si misura non solo in follower, ma nella capacità di mantenere la propria stella sempre splendente, anche quando le nuvole si addensano all’orizzonte.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments