lunedì, Giugno 17, 2024
HomeCronaca e AttualitàJohn Travolta, esperienza da incubo a pochi secondi dalla morte per un...

John Travolta, esperienza da incubo a pochi secondi dalla morte per un incidente aereo

John Travolta, l’iconico attore di Pulp Fiction, ha vissuto un’esperienza da incubo a pochi minuti dalla morte in un drammatico incidente aereo. L’evento si è verificato nel novembre 1992, mentre Travolta stava pilotando un aereo insieme alla sua famiglia per raggiungere il Maine durante le vacanze del Ringraziamento.

Improvvisamente, durante l’avvicinamento a Washington D.C., tutte le apparecchiature elettriche del suo aereo, un Gulfstream II, si sono spente. Senza strumenti di navigazione funzionanti, Travolta si è trovato in una situazione spaventosa e in bilico tra la vita e la morte.

Durante un’a sessione di domande e risposte’intervista a Londra, dopo la proiezione del suo ultimo cortometraggio The Shepherd, l’attore ha condiviso dettagli scioccanti dell’incidente aereo. “Ho vissuto un guasto totale del sistema elettrico, su un jet aziendale sopra Washington D.C.”, ha svelato.

Un Gulfstream II, l’aereo su cui viaggiava John Travolta

La star di 59 anni, che aveva appena celebrato il suo matrimonio con la moglie Kelly Preston, ha raccontato il terrore che ha provato mentre si rendeva conto che la sua vita e quella dei suoi cari erano appese a un filo. “Avevo due potenti motori a reazione, ma nessun strumento, nessuna elettricità, niente. Pensavo che fosse tutto finito… Stavo pensando che non potevo credere di morire in quell’aereo”, ha confessato Travolta.

Tuttavia, quando sembrava che la speranza fosse svanita, una scintilla di fede si è accesa nel cuore dell’attore. Durante la discesa verso il suolo, dal cielo ha intravisto il Monumento a Washington D.C. ed è riuscito a individuare un aeroporto nelle vicinanze con un colpo d’occhio.

È stato come un miracolo. Abbiamo iniziato una discesa controllata a una quota inferiore. Ho avvistato il maestoso monumento di Washington D.C. e ho riconosciuto l’aeroporto nazionale di Washington che si ergeva accanto ad esso. È stato lì che ho deciso di effettuare un atterraggio importante”, ha detto Travolta con un sospiro di sollievo.

Incredibilmente, la sua esperienza drammatica con l’incidente aereo ha lasciato un’impronta indelebile nella sua vita. Durante la lettura de The Shepherd, una novella del 1978 scritta da Frederick Forsyth, Travolta ha ricordato la sua storia personale in modo straordinario, spingendolo a portare il racconto sul grande schermo.

Travolta ha interpretato un altro pilota nel film, mentre Ben Radcliffe ha ricoperto il ruolo del pilota RAF Freddie Hooke, che si perde sopra il Mare del Nord durante il tragitto verso casa per Natale. L’attore ha rivelato che la trama della storia presentava notevoli somiglianze con la sua esperienza personale, suscitando un intimo legame con il personaggio principale.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments