domenica, Luglio 14, 2024
HomeSportOsimhen rientra dalla Coppa d'Africa per risvegliare il Napoli dalla crisi di...

Osimhen rientra dalla Coppa d’Africa per risvegliare il Napoli dalla crisi di risultati

Nelle viscere delle ultime cinque trasferte, Napoli ha smarrito la bussola che porta alla rete avversaria. È una siccità del gol che lascia l’amaro in bocca ai tifosi azzurri e che sembra un grido di dolore all’unisono, un appello disperato perché il pallone torni a gonfiare le reti nemiche.

Il calendario segna l’ultima volta il 25 novembre 2023, una data che si staglia come un monumento all’ultima volta che la squadra partenopea ha esultato lontano dalle mura amiche del Diego Armando Maradona. È stato Elmas, su un assist preziosissimo del collega di reparto Osimhen, a firmare quella perla, prima di salutare l’Italia a gennaio.

La luce in fondo al tunnel potrebbe risplendere dagli scarpini di quest’ultimo, Victor Osimhen, il terminale offensivo di speranza per il Napoli. Il nigeriano torna a calcare il prato verde dopo la delusione della Coppa d’Africa, dove il suo viaggio si è fermato sul più amaro dei gradini: la finale persa. Ma il ritorno di Osimhen non è solo quello di un giocatore, è il ritorno dell’incarnazione della speranza, di quella voglia di invertire un trend che sta diventando un macigno pesante sul cammino verso la zona Champions.

Osimhen può aiutare il Napoli a risalire la china

Il Napoli di Mazzarri sa che la matematica non è ancora un nemico. Tuttavia, per mantenere vivo il sogno del quarto posto, è necessario ribaltare numeri che al momento suonano come un requiem: cinque trasferte senza gol e un solo punto guadagnato testimoniano una sterilità offensiva che ha pochi precedenti.

Il dato allarmante è ulteriormente accentuato dall’analisi delle ultime prestazioni, come quella contro il Milan, dove nonostante gli 11 tiri, solamente due hanno cercato di inquadrare lo specchio della porta, un indizio di una certa sfortuna certo, ma soprattutto di una preoccupante imprecisione che ha colpito i partenopei.

Ora le prossime tre partite in calendario, due delle quali lontano dal Maradona, contro avversari come Genoa, Cagliari e Sassuolo, diventano dei veri e propri crocevia. Saranno questi gli incontri che potrebbero alimentare la speranza o spezzare definitivamente i sogni di gloria del Napoli.

Gli occhi degli appassionati, impazienti e fiduciosi, sono tutti puntati su Osimhen. Il bomber è atteso come il deus ex machina che possa risvegliare dal letargo la fase realizzativa della squadra, che possa con un gesto, uno slancio, una zampata, ricondurre il Napoli sui binari delle vittorie e dei gol che contano. Riuscirà il ritorno del guerriero nigeriano a ridare smalto alla punta dell’attacco azzurro? Il futuro del Napoli, in queste settimane cruciali, dipende anche e soprattutto dalle sue capacità di invertire un trend che si sta facendo insostenibile. La tensione è palpabile, il desiderio di riscatto brucia nell’aria. Napoli attende, e il calcio, come si sa, non ammette vuoti.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments